Come fare per tenere la casa fresca?


Come fare per tenere la casa fresca?

Tenere fresca la casa, soprattutto in estate e con un caldo torrido, è una sfida da non sottovalutare. C'è la possibilità di ricorrere all'utilizzo di un condizionatore ma a volte questo non è possibile.


Vediamo allora come tenere le camere fresche in casa e non fare entrare il caldo in casa, senza l'utilizzo dell'aria condizionata.



Come stare freschi in casa senza aria condizionata?

Come sopravvivere al caldo senza aria condizionata? Come dormire di notte senza aria condizionata? Casa fresca senza condizionatore, mantiene freschi gli ambienti



 Come stare freschi in casa senza aria condizionata? Come sopravvivere al caldo senza aria condizionata? Come dormire di notte senza aria condizionata? Casa fresca senza condizionatore, mantiene freschi gli ambienti

Innanzitutto è importante tenere le finestre aperte durante le ore notturne, mentre di giorno bisogna utilizzare tapparelle, persiane e tende chiare per deviare e schermare i raggi solari.


Le finestre vanno lasciate aperte durante la notte e nelle prime ore del mattino, per rinfrescare gli ambienti e permettere il ricambio d’aria agli ambienti.


Per la propria cura personale è indicato fare delle docce fresche nelle ore meno calde della giornata. Bagni o docce con acqua tiepida per abbassare la temperatura corporea, ma senza bruschi sbalzi di temperatura che potrebbero provocare ipotermia, in particolare nei bambini e negli anziani.


Curare l'alimentazione d'estate è fondamentale, mangiare cibi leggeri e freschi, bere molta acqua è importante per rimanere sempre idratati.



Come tenere la camera fresca

Come rendere la stanza più fresca? Come rendere il letto più fresco?

Come rinfrescare una stanza senza aria condizionata


Come tenere la camera fresca Come rendere la stanza più fresca? Come rendere il letto più fresco?  Come rinfrescare una stanza senza aria condizionata

Per tenere la camera fresca è importante aprire le finestre durante la notte e chiudere le finestre durante il giorno. Nelle ore più calde della giornata è indispensabile chiudere i vetri delle finestre, per evitare che il calore entri in casa e che le stanze si surriscaldino.


Per rendere il letto più fresco è consigliato utilizzare lenzuola che non fanno sudare e cuscini rinfrescanti, di fibre naturali come il cotone, il lino o la canapa.


Essenziale è ombreggiare balconi e terrazzi, le finestre della stanza e le vetrate esposte a sud-ovest possono essere schermate con tende o oscuranti come persiane o veneziane.


Un altro consiglio è tenere spente il più possibile le luci e le fonti di calore non necessarie. Ad esempio scollegare i dispositivi elettronici, come modem, televisori, console da gioco, che non fanno altro che emanare aria calda.



Come non fare entrare il caldo in casa?

Come si deve fare per non far entrare il caldo in casa? Come fare più fresco con il ventilatore? Casa troppo calda d'estate



Come non fare entrare il caldo in casa? Come si deve fare per non far entrare il caldo in casa? Come fare più fresco con il ventilatore? Casa troppo calda d'estate

Per non fare entrare il caldo in casa le finestre devono rimanere chiuse, soprattutto quando fa molto caldo, anche grazie all'utilizzo di tende per proteggerle dal sole.


Gli elettrodomestici che producono calore, come il microonde, il forno oppure il ferro da stiro vanno moderati nell'utilizzo. Non fanno altro che aumentare la temperatura della casa, già troppo calda d'estate.


Balconi, giardini o terrazzi, in generale spazi esterni sul lato più esposto della casa è consigliato arredarli con piante e rampicanti, magari sotto una tenda e un ombrellone, dove potrebbero essere ricavate delle zone d’ombra per i momenti caldi della giornata.



Come tenere la casa fresca d'estate

Come far circolare l'aria in una stanza? Quanti gradi in casa d'estate? Casa troppo calda d'estate, troppo caldo in casa fa male


Come tenere la casa fresca d'estate Come far circolare l'aria in una stanza? Quanti gradi in casa d'estate? Casa troppo calda d'estate, troppo caldo in casa fa male

L'utilizzo del climatizzatore per rinfrescare l’ambiente va regolato in modo tale che la temperatura dell’ambiente si aggiri sempre attorno ai 24-26° C.


Nelle zone della casa dove c’è un elevato tasso di umidità, magari dove la temperature non è così elevata, può essere sufficiente l’uso del deumidificatore, come alternativa al condizionatore.


Un'alternativa economica al condizionatore potrebbe essere il ventilatore, anche quello a soffitto. Per avere sollievo dal caldo, usando i ventilatori, l'importante è non posizionarli direttamente sulle persone, ma vanno regolati in modo da far circolare l’aria in tutto l’ambiente.


Attenzione però, se la temperatura dell’ambiente supera una certa soglia, come riportato dalle linee guida internazionali, tra cui quelle dell'Organizzazione mondiale della sanità, i ventilatori sono di poca utilità e beneficio quando le temperature vanno oltre i 32-35 °C e c'è parecchia umidità.


Per non creare umidità all’interno dell'abitazione d'estate, un consiglio utile potrebbe essere quello di realizzare il bucato nelle ore più fresche della giornata.


Come rinfrescare la casa in modo naturale

Finestre aperte o chiuse d'estate? Come raffreddare la casa naturalmente? Vivere senza aria condizionata


Come rinfrescare la casa in modo naturale Finestre aperte o chiuse d'estate? Come raffreddare la casa naturalmente? Vivere senza aria condizionata

Non è semplice vivere senza aria condizionata ma ci sono alcuni trucchetti per sopravvivere al caldo torrido.


Nei momenti di massimo calore si può bagnare viso e polsi con acqua fredda, oppure una doccia fresca prima di andare a letto. Si può anche passare un cubetto di ghiaccio su viso e collo, un rimedio naturale che permette di abbassare subito la temperatura corporea di circa un grado e mezzo.


Un altro vecchio rimedio, se la temperatura è molto alta, consiste nel tenere gli indumenti in frigorifero per qualche minuto prima di indossarli.


Anche il consumo di cibi e liquidi freddi aiuta a mantenere bassa la temperatura corporea, a patto però che non lo siano eccessivamente. E allora via a insalate, meloni e angurie ben refrigerati.



Come raffreddare una stanza senza elettricità?

Come rinfrescare una stanza senza ventilatore? Cosa mettere al posto del condizionatore?

Aria condizionata naturale


Come raffreddare una stanza senza elettricità? Come rinfrescare una stanza senza ventilatore? Cosa mettere al posto del condizionatore?  Aria condizionata naturale

Per raffreddare una stanza senza elettricità esistono diverse strategie: ad esempio si possono utilizzare tapparelle, persiane e tende per deviare i raggi solari, tenendo le finestre aperte solo durante le ore notturne.


Utilizzare il meno possibile elettrodomestici e dispositivi elettronici che non fanno altro che scaldare gli ambienti, evitando di utilizzare il forno e di cucinare cibi che richiedono lunghi tempi di cottura, sessioni lunghe di cucina a cena o a pranzo.


Come creare una corrente d’aria in casa? Se si abita in una casa esposta su più lati, basta aprire tutte le finestre e la corrente si creerà da sola. In questo modo sarà possibile rinfrescare la stanza anche senza condizionatore sfruttando un'aria condizionata naturale.


Dopo aver creato una corrente d'aria può essere utile raffreddare le estremità delle tende, un'alternativa super economica rispetto all'aria condizionata. Basta immergere la parte finale delle tende in secchi o bacinelle di acqua e lasciare le finestre aperte.


A questo punto la brezza notturna, passando attraverso il tessuto bagnato, raffredderà la stanza. Questa è una valida alternativa all’aria condizionata.


Coibentare l’abitazione non serve solo per proteggere la casa durante i mesi invernali, il “cappotto termico” non ripara solo dal freddo, ma è utile anche per isolare la casa dal sole ed evitare che l’abitazione diventi un forno, nonché a diminuire i consumi del climatizzatore in estate.


239 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti